Salento Enogastronomico

barricaiaIl Salento è una terra dalle antiche tradizioni culinarie, le tavole sono piene di ogni specialità con verdura, carne, pesce  preparate con i prodotti naturali e biologici della nostra terra. Ai piatti tipici come i “pezzetti” oppure la “pitta di patate” o ancora i "ciceri e trya", ma anche “U purpu alla pignatta” o “la scapece”, c’è la possibilità di abbinare un buon vino bianco, rosso o rosato che esalterà i sapori e vi inebrierà con i profumi della nostra terra.

Lasciatevi accompagnare dalle nostre guide esperte in un viaggio che riporterà alla mente antichi ricordi e vi farà assaporare delle squisite pietanze.

 

Durata 4 giorni e 3 notti, per info e costi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

Programma

 

1° Giorno

Nel pomeriggio arrivo a Castro Marina, sistemazione nell’hotel e tempo a disposizione per la visita del luogo di soggiorno. Nella serata rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

2° Giorno

Prima colazione in hotel.
Basilica Santa Croce LecceEscursione a Lecce ed incontro con la guida per visitare il centro storico di Lecce, centro vivace ed elegante, punto di partenza ideale per un itinerario attraverso l’estrosità e le curiosità del Barocco Salentino.
La nostra passeggiata nel centro salentino comincia da Piazza Duomo dove si potrà ammirare l’imponente Campanile, la Cattedrale, il Palazzo Vescovile ed il Seminario. Continuazione fino a Piazza Sant’Oronzo dove al centro sorge l’omonima colonna, l’Anfiteatro Romano, il Sedile. Si visiterà inoltre la bellissima Chiesa di Santa Croce, il più classico esempio del ricco Barocco leccese.
Al termine della visita trasferimento a Nardò presso la Cantina Schola Sarmenti e degustazione di prodotti e vini tipici.
Al termine visita della cittadina.
La città ha radici antichissime e forti testimonianze, che abbracciano ogni epoca a partire dalla preistoria. Visita della Basilica Cattedrale di Santa Maria Assunta sulle cui pareti interne rimangono numerosi affreschi, tra i quali quelli di san Nicola e del Cristo in trono che benedice alla greca (XIV secolo), della Vergine col Bambino (1511), di sant'Agostino (XV secolo) e della Madonna delle Grazie (del 1249, opera di Baiulardo). Possibilità di visitare il Seminario Vescovile, il Sedile, il Teatro comunale ed il Palazzo dell’Università.
Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

 

3° Giorno

Prima colazione in hotel.
Otranto 1Nella mattinata visita guidata di Otranto, perla dell’Adriatico e ponte tra l’oriente e l’occidente , che si presenta al visitatore con il suo aspetto di città medioevale. Testimonianza dei tempi aurei è la Cattedrale che le orde ottomane trasformarono in bivacco per la loro cavalleria; famoso anche il prezioso mosaico del Presbitero Pantaleoni; molto interessanti, nel cuore della città vecchia; la grandiosa Torre Alfonsina, il Castello e la chiesetta bizantina del X secolo di S. Pietro.
Trasferimento a Depressa, località nei pressi di Tricase, e visita dell’Azienda Vitivinicola “Castel di Salve”. Il preparatissimo staff dell’azienda vi condurrà in un’affascinante viaggio alla scoperta della versatilità del Negroamaro, del profumo inebriante del Primitivo, dell’aroma della Malvasia nera di Lecce e della dolcezza dell’Aleatico. La degustazione di vini è accompagnata da prodotti tipici locali.
Al termine trasferimento a Santa Maria di Leuca dove una leggenda vuole, che, al Santuario della Vergine di Finibus Terrae, ci si rechi almeno una volta in vita per evitare di recarvisi in spirito dopo il trapasso.
Questo il pedaggio preteso da S. Pietro per aprirci le porte del Paradiso. Là, al punto più a sud della Puglia (Punta Meliso) s’incontrano Mar Ionio e Mar Adriatico.
Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

 

4° Giorno

Prima colazione in hotel.
In mattinata visita di Gallipoli: poche città meridionali esercitano lo stesso fascino; il nome che essa porta e che in greco significa “città bella” non poteva essere più appropriato. Particolare rilievo assume la Basilica di S. Agata dalla maestosa facciata settecentesca; all’interno una ricca ed importante pinacoteca. Da vedere inoltre la chiesa della Purità, la Fontana ellenica ed il Castello Angioino.
santi-dimitri 1Trasferimento a Galatina, presso la Cantina Santi Dimitri. Degustazione di prodotti tipici. Al termine visita della città denominata nel 2004 “Città d’Arte”. Non solo è ammirevole l’edilizia sacra, in primis la Basilica di Santa Caterina d’Alessandria, dichiarata monumento nazionale nella seconda metà dell’Ottocento, ma anche gli antichi alloggi incastonati nella suggestione delle piazzette e dei vicoli del Centro Storico e le superbe dimore gentilizie, molte delle quali restituite allo splendore di una volta.
Anche il Centro Storico di Galatina, come del resto moltissimi altri della Puglia, può essere definito un “Museo all’aperto”.
Nel tardo pomeriggio partenza per il viaggio di rientro in sede.


Tutte le escursioni sono personalizzabili, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e scegliete il Vostro tour del Salento ideale!

Cerca Struttura