Arte, Cultura e Folklore del Salento

Dolmen e Menhir del Salento

Il Salento ha una storia antichissima che affonda le sue radici nel periodo neolitico e paleolitico, come testimoniano i numerosi reperti ritrovati in fondo alle grotte, nei monumenti funerari, e nelle gole che i torrenti hanno scavato nella roccia carsica.

Una testimonianza di come i nostri antenati vivevano e si spostavano nell’area, delle loro armi con le quali si procuravano il cibo, degli utensili, tra cui vasellame e monili che utilizzavano nella loro vita quotidiana.
Di eccezionale importanza sono nell’area del Salento i dolmen, celebri monumenti fatti di enormi massi sovrapporti a formare rudimentali templi, che introducevano alla tomba vera e propria scavata nel sottosuolo, in cui guerrieri e nobili, sacerdoti e capi tribù venivano seppelliti con tutti gli onori e con un corredo di oggetti che sarebbero serviti all’anima del defunto durante il suo lungo viaggio nella terra dei morti.

 

I Menhir sono una poesia al sole, immagini totemiche di tipo megalitico, infissi nella roccia ed orientati astronomicamente sono espressione di culti solari e di riti legati alla fecondità della terra. Il termine Menhir, o “Pietra Fitta” termine utilizzato dallo scienziato COSIMO DE GIORGI, significa “Pietra Lunga”, ed è il primo monumento culturale dell’uomo.
Nel Salento vivono un centinaia di Menhir, i più belli del mondo: ZOLLINO: la città della storia, e GIURDIGNANO: il giardino megalitico d’EUROPA, alcuni esempi.
Il Menhir più alto d’italia è il San Totano (metri 5,20) a MARTANO.
Già luoghi di culto furono utilizzati nelle epoche successive, come punto di riferimento viario e per le centuriazioni romane e successivamente cristianizzati con l’apposizione o l’incisione di croci

Una seconda versione vuole che la particolare struttura dei dolmen, l’enorme lastrone poggiato su pietre poste in verticale a formare un rudimentale altare fossero appunto destinati ad area sacrificale e sacerdotale.

Interessanti esempi di dolmen si possono trovare a Salve ed a Pescoluse, dove si trova uno dei più conosciuti, il dolmen “Argentina” che presenta la tipica struttura di pietre sovrapposte che introduce ad una camera funebre scavata nella terra. Il dolmen Placa si trova tra Calimena e Melendugno ed il dolmen Scusi a Minervino di Lecce.

 

Cerca Struttura